Cymichip News

Friday, Oct 24th

Last update:01:47:14 PM GMT

You are here: News Iniziative De Nicola: per immatricolare le nostre bici abbiamo scelto Cymichip

De Nicola: per immatricolare le nostre bici abbiamo scelto Cymichip

E-mail Print PDF

“Mobilità ciclabile, un vero e proprio patrimonio per il nostro territorio, da tutelare ed accrescere con una moderna ed estesa rete ciclabile, ma soprattutto con nuovi servizi dedicati”. L'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Milano, Giovanni De Nicola, alla presenza del presidente della Provincia, On. Guido Podestà, ha presentato stamane a Palazzo Isimbardi, in occasione della prima Giornata nazionale della bicicletta in programma domenica 9 maggio, il progetto MiBici Sicura, ufficializzando di fatto la nascita del Registro Pubblico delle Biciclette e la possibilità di immatricolare le stesse attraverso il sistema Cymichip, il vero cuore pulsante del progetto che verrà installato dai 22 negozi autorizzati di Milano e provincia a coloro che vorranno (e potranno finalmente) immatricolare la propria bicicletta. L'evento, che prevede anche la nuova Polizza antifurto e anti infortunistica per i ciclisti, ha dello straordinario, come da sottolineato lo stesso assessore De Nicola, perché a partire da domenica l'uso della bicicletta avrà pari garanzie di uno spostamento in auto. “Un presupposto importante affinché l'uso della bicicletta diventi un gesto quotidiano”, ha dichiarato. Il Registro provinciale delle biciclette è uno strumento che consente di identificare le biciclette circolanti sul territorio, disincentivando fortemente il fenomeno dei furti e favorendo il ritrovamento delle bici. Basti pensare al dato impressionante relativo ai furti che si verificano nella sola città di Milano: 10 mila biciclette rubate ogni anno, per un parco bici di circa 650 mila mezzi, praticamente uno per ogni famiglia.

“Per immatricolare la bicicletta – ha spiegato l'assessore - è sufficiente recarsi con il proprio mezzo presso una delle ciclo officine aderenti al progetto, che espongono il marchio MiBiciSicura, e richiedere l'iscrizione al Registro provinciale della Bicicletta. Il rivenditore autorizzato provvederà ad inserire i dati forniti dal proprietario in un database di proprietà della Provincia di Milano. Quindi installerà il Cymichip nel telaio del mezzo e rilascerà una tessera R-FID personale contenente il microchip associato alla bicicletta. Da questo momento sarà possibile verificare la propria iscrizione accedendo via web al registro. In caso di furto, le autorità competenti, munite di apposito lettore, saranno in grado di riconoscere la bicicletta tra quelle ritrovate. Ma la novità non finisce qui. Il servizio prevede infatti anche la nuova Polizza Assicurativa contro furti e infortuni per i ciclisti che verranno in questo modo tutelati dalla responsabilità civile, nel tragitto casa-lavoro e dal furto del mezzo, grazie a un accordo siglato tra Provincia di Milano e Assicurazioni Generali”. Un progetto con cui, nelle parole dello stesso De Nicola, la Provincia di Milano fa i fatti. E la Polizza ne è una dimostrazione, perché con una spesa minima l'assicurazione copre tre tipologie di rischi: il furto, la responsabilità civile verso terzi e l'infortunio sul lavoro, cioè il danno in itinere, quello che si può verificare durante lo spostamento casa-lavoro. La possibilità di stipulare l'assicurazione sui mezzi a condizioni vantaggiose per furto, rcb, copertura “in itinere” è un fatto straordinario per il settore bici. “La bici – ha proseguito Marcello Doniselli, vice presidente di Assomobilità – sarà il mezzo di trasporto del futuro, almeno per quanto riguarda le grandi città, uno degli strumenti che probabilmente ci permetterà di salvare il Pianeta”. Un progetto, nel pensiero condiviso da tutti i presenti, con cui la Provincia riveste la due ruote di pari dignità rispetto ad altri mezzi di trasporto. “MiBiciSicura trova la sua forza nel Cymichip”, gli ha fatto eco Alessandro Iemmi di Var Retail, società di Var Group Spa specializzata nello sviluppo e nell'applicazione di tecnologie Rfid, in partnership con Cymichip srl in questo progetto. “Dalla sua nascita, circa quattro anni fa, la tecnologia del chip è stata installata in oltre quattromila biciclette, con un riscontro in continuo crescendo. L'inserimento, seppur semplice, deve essere eseguito solo da mani esperte e cioè da rivenditori autorizzati. Una volta inserito nel telaio, i numeri identificativi del microchip sia della bici sia della card sono letti da un'apposita antenna, automaticamente accoppiati e registrati nel database del Registro provinciale”. Il dato del gradimento del chip parla da solo e troverà conferma anche nella giornata di domenica, quando sarà possibile assistere all'installazione dei primi cento microchip sui mezzi dei partecipanti alla biciclettata che si svolgerà dal Castello Sforzesco a Palazzo Isimbardi con partenza alle 10.30 e che vedrà l'iscrizione gratuita nel Registro provinciale delle biciclette per i primi cento cicloamatori che avranno confermato la loro partecipazione all'indirizzo This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it o inviando il modulo allegato al numero 02/77405941. Un momento conviviale si terrà infine a Palazzo Isimbardi con la degustazione dei prodotti tipici del consorzio vini doc di san Colombano.

 

 

 

This content has been locked. You can no longer post any comment.